newsletter
email   
  
 
ricerca
  
  
 
testata

Anna Donati è esperta di tutela del territorio e mobilità sostenibile e madre di un ragazzo di 20 anni. 

Attualmente  collabora con il Gruppo Mobilità sostenibile del Kyoto Club, per la riduzione dei gas serra anche nei trasporti, promuovendo soluzioni sostenibili per le città, per il trasporto collettivo, il veicolo elettrico, la sharing mobility e l'uso della bicicletta. Ha pubblicato il libro scritto insieme a Francesco Petracchini dal titolo "Muoversi in Città. Esperienze ed idee per la mobilità nuova." Edizioni Ambiente 2015.

E' impegnata per l'Alleanza per la Mobilità Dolce, che mette insieme le principali associazioni e punta alla salvaguardia del patrimonio ferroviario locale, allo sviluppo delle greenways, dei percorsi turistici a tutela del paesaggio e della mobilità dolce. A piedi, in ferrovia, in bicicletta.

Presiede il Comitato Scientifico di Rete Mobilità Nuova, un'alleanza per promuovere le iniziative nelle città a sostegno di pedoni, pedali e pendolari, nata nel 2012 e che ha come obiettivo la riforma delle regole di governo della mobilità: Piani Urbani per la Mobilità Sostenibile, nuovo Codice della Strada, riforma di taxi ed NCC e promozione della sharing mobility, mobilità ciclistica.

Fa parte dell'Osservatorio Nazionale sulla Sharing Mobility promosso dalla Fondazione Sviluppo Sostenibile e Ministero per l'Ambiente, che a novembre 2016 ha presentato il 1° Rapporto.

Collabora con  Legambiente ed il WWF Italia e le principali associazioni: un impegno costante per contrastare la cementificazione ed il degrado del territorio, l'inquinamento e l'aumento del gas serra, con particolare attenzione alle infrastrutture di trasporto ed alla mobilità in ambito urbano.  Segue il nuove Codice Appalti ed il superamento della Legge Obiettivo, nella sua difficile fase di transizione, per la realizzazione di opere utili. Da sempre segue il settore delle Concessioni Autostradali per introdurre regole, gare e trasparenza nella gestione.

E' socia della FIAB, la Federazione Italiana Amici della Bicicletta, ama pedalare ed ama viaggiare sui treni turistici.

E' socia e collabora con SiPoTrà, l'associazione di politica dei Trasporti, che raccoglie numerosi esperti, che produce strategie, convegni, rapporti ed analizza le innovazioni del settore.

Esperienze ed attività.

Dal giugno 2011 a maggio 2013 è stata Assessore alla mobilità ed infrastrutture a Napoli. Aumentare le aree pedonali come il lungomare di via Caracciolo e via Partenope, realizzare zone a traffico limitato come nel Centro Antico presidiate con i varchi telematici,  completare la rete della metropolitana di Napoli, con l'apertura della stazione Toledo del settembre 2012 e quella della Stazione Garibaldi inaugurata a fine 2013.  Realizzare piste ciclabili come quella Centro-Bagnoli inaugurata a novembre 2012 ed elaborare il progetto di fusione delle società dei trasporti gomma ferro per  ridurre i costi, aumentare efficienza e servizio integrato tra le diverse modalità. Sono questi tra i principali interventi realizzati nel suo mandato.

Nel 2009-2010 è stata il Direttore Generale dell'Agenzia Campana per la mobilità sostenibile (ACAM), agenzia di supporto della Regione Campania, che si occupa di pianificazione e qualità dei servizi di trasporto collettivo, gestisce la Consulta per la mobilità e l'elaborazione del Rapporto Annuale su trasporti, servizi ed infrastrutture.

Ma il suo impegno per l'ambiente ed il territorio nasce nei primi anni '80, in Romagna,  dove è stata fra i fondatori del movimento ecologista italiano e delle Università Verdi; membro della prima Federazione  Nazionale dei Verdi.

Eletta alla Camera dei Deputati in Emilia-Romagna con il primo Gruppo dei Verdi in Parlamento dal 1987 al 1992. Ha condotto battaglie per la legalità nella gestione degli appalti pubblici, facendo aprire l'inchiesta TangentAnas. Ha lavorato per il rilancio ed il risanamento delle ferrovie e del trasporto collettivo nelle aree urbane; l'istituzione della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale, vigente in Italia dal 1988.

Nominata Assessore alla Mobilità del Comune di Bologna, dal 1993 al 1995, ha portato a soluzione il progetto per la nuova ferrovia veloce; ha ottenuto il finanziamento della nuova rete tramviaria urbana. Realizzato nuovi parcheggi, piste ciclabili e misure a sostegno della bici. Ha promosso introduzione dell'innovativo sistema telematico (Sirio) di controllo degli accessi al centro storico. Nel 1994 è stata tra i fondatori, come città di Bologna, del network Car Free Cities, alleanza di 60 città europee per promuovere la mobilità sostenibile.

Dal 1995 al 2001, ha lavorato al WWF come Responsabile nazionale Trasporti del WWF Italia Ha lavorato per rilanciare politiche innovative a favore del trasporto collettivo, contro l'inquinamento da traffico e le infrastrutture inutili ad elevato impatto ambientale; per l'adozione del protocollo di Kyoto. Ha promosso la 1° Conferenza nazionale per una mobilità sostenibile degli ambientalisti italiani, organizzata da WWF, Legambiente ed Italia Nostra, che ha dato impulso al nuovo Piano Generale dei Trasporti e della Logistica (marzo 2001).

Nominata Consigliere d'Amministrazione delle Ferrovie dello Stato (da febbraio 1998 al febbraio 2001) si è impegnata per il miglioramento della qualità dei servizi ai passeggeri, l'incremento del trasporto merci, l'accelerazione degli investimenti, il risanamento dell'azienda.

Alle politiche del 2001 è stata eletta al Senato della Repubblica, vincendo per la coalizione dell'Ulivo nel collegio uninominale Lombardia 27 Mantova e provincia. Si è impegnata in Parlamento e nelle città per migliorare i servizi di trasporti collettivi e la mobilità sostenibile. Ha seguito dentro le isituzioni e sul territorio le principali vertenze contro le grandi opere strategiche inutili e davastanti, come il Ponte sullo Stretto di Messina, la TAV in Valsusa e l'autostrada della Maremma. Ha proposto in alternativa progetti compatibili con l'ambiente ed innovativi sul piano tecnologico, all'interno di una coerente politica dei trasporti  sostenibile.

Alle politiche del 2006 è stata rieletta al Senato in Veneto per la lista Insieme con l'Unione .   E' stata presidente della commissione lavori Pubblici e Comunicazioni del Senato nella XV Legislatura. Ha promosso la revisione del codice in materia di appalti, la riforma delle concessionarie autostradali, il sostegno agli investimenti ferroviari e per i pendolari,   la riqualificazione del trasporto pubblico locale, con risorse strutturali per lo sviluppo ed il rilancio del servizio per i cittadini e la mobilità sostenibile nelle città.

 




TORNA ALLA HOME

 
Alta risoluzione
created by Walueurope/NCHCantieri